Novità del concorso

MontelungoSono più di 100 i gruppi partecipanti al concorso internazionale di progettazione per il recupero e la valorizzazione delle ex caserme Montelungo/Colleone.
Nomi noti e meno noti si sono succeduti per la prima fase del concorso e la Giuria ha avuto davvero un bel da fare. La partecipazione è stata veramente numerosa e sono sette i paesi coinvolti. La qualità delle candidature ha messo in mostra architetti, ingegneri, paesaggisti, urbanisti determinati a cambiare il volto del panorama delle ex caserme Montelungo/Colleone addirittura proponendo un progetto casino.
L’importanza strategica di questa zona è data dalla vicinanza con le vecchie mura della città, la torre del Galgario e i parchi Marenzi e Suardi. Il seme artistico che la circonda merita quindi di essere mantenuto anche lì ed è per questo che i responsabili della selezione hanno scelto i 5 finalisti, incaricati di presentare un vero e proprio progetto, con tanto di dettaglio dei costi.
In attesa di qualcosa di concreto ve li elenchiamo; l’ordine è ovviamente casuale. Partiamo dallo studio David Chipperfield, che vanta già il rinnovo del Neues Museum di Berlino, per poi andare verso il Portogallo, dall’architetto Ventura Trinidade, che ha firmato il progetto della Garducho biological station e si è espresso anche in Spagna e in Colombia. Proseguiamo con l’italo-spagnolo studio di Barozzi/Veiga e quello spagnolo di Nieto-Sobejano, famoso anche al MoMa di New York. Per finire torniamo in Portogallo con Ines Lobo, architetto impegnato, tra le altre cose, nella progettazione di scuole, famosa per il suo lavoro su nuove concezioni progettuali, approcci diversi ai materiali e ai processi costruttivi, conservazione dell’ambiente naturale, attenzione ai valori sociali e culturali.
Questi i protagonisti del concorso che tra il 2016 e il 2017 vedrà la zona trasformarsi in un cantiere, per dare vita a un’opera innovativa che dia spazio alle esigenze pubbliche, private e commerciali.
Non ci resta quindi che attendere la seconda fase del concorso.