Progetto Casino?

caserma MontelungoSi parla tanto di quelle che sono ormai due ex caserme, Montelungo e Colleone. Spogliate di questo uso e diventate luoghi emblematici della città di Bergamo, racchiudono una storia interessante.
L’ex caserma Montelungo vede la sua nascita nel 1816 in qualità di convento di San Raffaele. Questa fu solo una delle sue destinazioni, alla quale segue la Casa delle Dimesse, un luogo che accoglieva e ospitava donne dalla vita travagliata. Contemporaneo a quest’ultima, vi era anche un orfanotrofio femminile, diviso dalla Casa delle Dimesse da un muro interno. Qui abitavano bambine e giovani ragazze che vivevano una vita piena di attività: ai lavori manuali, come il ricamo, si aggiungeva il canto durante i funerali. Questo faceva in modo che le ragazze raccogliessero dei fondi per il sostentamento dell’istituto.
Successivamente si arrivò all’uso del luogo che oggi tutti conosciamo, quello militare. Il complesso fu abbandonato nel 1998 e adesso la sua storia è più viva che mai.
Sembra proprio vero infatti. Le polemiche non sono mancate e a dire il vero continuano a non mancare; tuttavia qualcosa si muove in merito alla possibilità di vedere le ex caserme Montelungo/Colleone con una veste tutta nuova, addirittura si vocifera il possibile utilizzo come sede di un casino.
Il Comune di Bergamo ha concluso l’accordo con la proprietaria dell’area delle ex caserme, la Cassa depositi e prestiti, e si sente già l’odore di una nuova vita.
Ll’approvazione in Giunta è avvenuta, e si è già in trattative con il consiglio d’amministrazione dell’Università, che beneficerà della parte dell’ex caserma che si affaccia sul parco Suardi, dove troverebbero spazio gli alloggi studenteschi, più altri 4 mila metri quadrati per il Cus, il centro universitario sportivo.
Si parla già di quello che potrà diventare una zona del centro storico di Bergamo che compone la Città Bassa e che si propone già di innalzare il nome della città e la sua stessa storia futura.